443 Conferenza Permanente Stato, Regioni, Province Autonome, Cgie

20051111 12:58:00 rod

Comunicato stampa della Segreteria CGIE

Convocata la seconda plenaria della Conferenza Permanente Stato, Regioni, Province Autonome, Cgie dal 29 novembre al 1 dicembre.

Si terrà, come per la prima convocazione, presso il Ministero degli Affari Esteri, dal 29 novembre al 1° dicembre 2005 la Seconda Plenaria della Conferenza Permanente “Stato, Regioni, Province Autonome, Cgie”, istituita con la legge di modifica del Consiglio Generale 198/98.
Il CGIE sollecitava da tempo questa seconda convocazione.
Dopo la prima convocazione nel marzo del 2002 non si sono registrate attività corrispondenti alle attese. Hanno certamente influito le scadenze dei Comites e dello stesso Cgie nel 2004.
Il fitto calendario politico italiano, con le elezioni nella passata primavera e la scadenza della legislatura nel 2006 hanno ristretto il margine di tempo utile per organizzare una seconda plenaria della Conferenza, nel rispetto della cadenza triennale fissata dalla legge.
In questa situazione il CGIE ha proposto agli altri due componenti della Conferenza: lo Stato e gli enti locali coinvolti (Regioni e Province Autonome), un percorso programmatico che rafforzi la caratteristica di permanenza dell’attività, piuttosto che un dibattito sui contenuti.
La "Cabina di Regia", composta da rappresentanti dello Stato, delle Regioni e delle Province Autonome e del CGIE, istituita per organizzare la plenaria della Conferenza Permanente ha predisposto il seguente programma di lavori:
. il 29 novembre, una prima giornata "istituzionale", per gli interventi politici dei Componenti della Conferenza Stato, Regioni, Province Autonome, CGIE, al termine della quale verrà adottato un documento programmatico;
. il 30 novembre e 1 dicembre saranno divisi in quattro mezze giornate, in ognuna delle quali si approfondirà una delle quattro aree tematiche individuate dal CGIE e che saranno approfondite nel triennio successivo.
Il documento programmatico che verrà proposto alla Plenaria prevede di realizzare nei tre anni successivi quattro seminari sui temi "Riforma dello Stato, Internazionalizzazione, Lingua, Cultura e Formazione Professionale, Ambito Sociale e Tutela dei Diritti".
Prevede inoltre di attivare meccanismi di sostegno all’attività della Conferenza che dovrà avere carattere permanente: un "organo di gestione" tecnico sarà costituito dalla “VI Commissione Tematica” del CGIE integrata dai rappresentanti dello Stato e delle Regioni e Province Autonome; momenti di verifica politica dell’attività della Conferenza dovranno ritagliarsi in occasione delle Assemblee Plenarie del CGIE.
Questa impostazione dovrebbe consentire un rilancio della conferenza che rappresenta un necessario strumento di coordinamento delle iniziative delle Istituzioni statali, regionali e delle autonomie locali nei confronti delle collettività all’estero.

 

Advertisement

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.